Carrello elevatore Diesel e GPL

(Portate da Kg. 3500, 4000 e 4500)

 

 

I più recenti ed avanzati metodi di costruzione sono stati utilizzati per lo sviluppo di questa serie di carrelli. Il risultato soddisfa le aspettative e presenta caratteristiche esemplari:

· I carrelli si evidenziano per un’elevata capacità di stivaggio e ciò con contemporaneo ridotto consumo energetico. I motivi: motori con elevata coppia in abbinamento alla trasmissione idrostatica Linde pilotata

· Particolarmente anti-inquinante: Motori Diesel e GPL ottimizzati espressamente per la Linde presentano emissioni negli scarichi e rumorosità eccezionalmente contenute

· L’operatore si sente a proprio agio: il suo posto di lavoro è funzionale ed ergonomico

· Elevati intervalli per service e ridotti costi.

 

Posto di guida confortevole

Ergonomia in caratteri cubitali:

· Ottimizzato secondo le più recenti conoscenze ergonomiche.

· Sedile: molleggiato idraulicamente, regolabile secondo la statura ed il peso del cartellista

· L’intero posto di guida separato dal telaio, quindi vibrazioni e sviluppo di rumorosità fortemente ridotti

· Il sistema a doppia pedaliera Linde per sensibili inversioni di marcia ed esatti posizionamenti

· Una leva per tutte le funzioni del montante: sollevamento, discesa e brandeggio. Il numero di giri del motore si adatta automaticamente alle funzioni di sollevamento ed a quelle supplementari.

· Tettuccio di protezione e posto di guida costituiscono un’unità e possono essere integrati fino a divenire cabina completa.

 

Robusto telaio

Il Finite Elemente Methode (FEM) e gravosi test d’impiego rendono il telaio eccezionalmente robusto. Completamente chiuso per una riduzione della rumorosità ed a protezione dei componenti.

 

Sterzo

Idrostatico, esente da gioco ed anticontraccolpo. Le forze sterzanti necessarie richiedono solamente 20N con un volante ergonomico di solo 300 mm di diametro.

 

Assolutamente esenti da guasti: i freni

Freno a lamelle integrato, esente da guasti, quale freno di stazionamento, interviene automaticamente all’arresto del motore. La trasmissione idrostatica, esente da usura, agisce quale freno di esercizio.